Abbazia San Pietro in Valle

Lotte longobarde e l’Abbazia di San Pietro in Valle

Il prossimo fine settimana, presso l’Abbazia di San Pietro in Valle, si svolgerà la rievocazione storica Michaelica. Ricordiamo che l’Abbazia venne fondata dal duca longobardo di Spoleto Faroaldo. Il figlio di Faroaldo, Trasamondo, passò alla storia dalla parte sbagliata, quella degli sconfitti. Trasamondo infatti, dopo che il padre si fu ritirato (non è dato sapere quanto volontariamente) come monaco presso l’Abbazia, iniziò una lunga lotta contro il re Liutprando, con alterne fortune. Dopo essere stato rimosso e sostituito con Ilderico, colui che commissionò il celebre altare di Ursus, grazie all’alleanza con Papa Zaccaria tornò in sella, dopo aver squartato il povero Ilderico, ma venne definitivamente sconfitto dopo una pace fra il re Liutprando e Papa Zaccaria, secondo la leggenda conclusa presso la chiesa di San Salvatore a Terni. Fu proprio da tali lotte che ebbe inizio lo stato pontificio, in quanto Liutprando prima donò dei terreni al Papa, con la celebre donazione di Sutri, effettuata a Papa Gregorio II, poi rafforzò i possedimenti papali con la definitiva pace, donando a Papa Zaccaria alcune città, fra cui Terni, Narni ed Orte. In quel periodo l’Abbazia di San Pietro in Valle fu davvero al centro di avvenimenti storici di fondamentale importanza.

Il celebre altare di Ursus, commissionato dal duca Ilderico, è la testimonianza della grandezza dell’Abbazia in quegli anni.

Abbazia San Pietro in Valle